NEWS

    31.03.2021 - MESSAGGIO * - Quello di quest'anno sarà un Giovedì Santo da vivere in maniera del tutto particolare
    Letta: 50 volte        


     

    * di Piero Rustico, presidente dell’Arciconfraternita S. Maria Maggiore

    Lo scorso anno abbiamo vissuto una Settimana Santa inedita con la chiesa chiusa. Quella di quest’anno sarà un’altra Settimana Santa inedita, ma con la chiesa aperta e la possibilità di soddisfare quella personale e intima aspettativa di poter fisicamente incontrare il taumaturgico Simulacro del SS. Cristo Flagellato alla Colonna. È per questo che l’Arciconfraternita, da secoli custode di una fede antica, si sta facendo carico di uno sforzo organizzativo senza precedenti nella storia, che consentirà a tutti i fedeli che lo vorranno la visita – in totale sicurezza e con il pieno rispetto delle vigenti norme anti covid – al SS. Cristo alla Colonna, posto per l’occasione al centro della chiesa. I rigidi orari di accesso alla Basilica (dalle ore 6 alle ore 19) e gli ingressi contingentati, unitamente al senso di civiltà e di rispetto dell’intero popolo ispicese, serviranno a tutti per vivere questo Giovedì Santo in maniera del tutto particolare, ma certamente non meno intensa rispetto agli altri anni.
    Sono convinto che ciascuno dei devoti del SS. Cristo Flagellato alla Colonna saprà vivere con la passione di sempre e trasmettere a chi gli è vicino il senso profondo della bellezza della nostra fede e delle nostre tradizioni, che ci hanno consentito di iscrivere la Settimana Santa di Ispica fra le eredità immateriali tutelate dall’UNESCO.