NEWS

    07.06.2011 - Il sindaco Piero Rustico sempre in prima linea nelle azioni a tutela del territorio e dell'ambiente
    Letta: 722 volte        


     

    Con deliberazione n. 95/2011 della Giunta municipale presieduta dal sindaco Piero Rustico, è stato approvato lo schema di protocollo di intesa per il recupero di rifiuti speciali inerti provenienti da attività di costruzione e demolizione, da stipularsi nei prossimi giorni tra il Comune di Ispica, la locale CNA e la ditta convenzionata ‘Edil Scavi snc’.
    L’atto era certamente auspicabile, dal momento che sul territorio comunale perdura da tempo il problema del corretto smaltimento dei rifiuti speciali provenienti dalle attività di demolizione e costruzione; è apparso, quindi, necessario creare le condizioni idonee al reimpiego, recupero e riutilizzo dei rifiuti speciali inerti attraverso lo sfruttamento razionale degli impianti attrezzati già funzionanti sul territorio, in grado di immettere sul mercato un prodotto dotato di un valore residuo, riducendo al contempo l’approvvigionamento di materiali da costruzione vergini.
    Con l’approvazione dello schema di protocollo di intesa si è inteso razionalizzare ed incentivare il recupero di questo tipo di rifiuti nel pieno rispetto della normativa vigente e, soprattutto, evitando di recare qualsiasi pregiudizio all’ambiente.
    Il Comune ha individuato la CNA di Ispica quale associazione di categoria ampiamente presente ed operante sul territorio per la sua sottoscrizione, avendo già avviato a tal proposito una positiva interlocuzione con le risorse produttive, promuovendo anche un seminario sul tema svoltosi nel mese di Novembre dello scorso anno.
    Come statuito nello schema di convenzione, la ditta individuata nella convenzione si occuperà del recupero di rifiuti inerti provenienti dalle attività di scavo, sbancamento e demolizione, costituenti rifiuti speciali ai sensi del D.L.vo 3 aprile 2006, n. 152 e ss.mm.ii., del trattamento e dello smaltimento a norma delle leggi vigenti di rifiuti della produzione di materiali compositi a base di cemento, mattoni, mattonelle in ceramica, sia singoli che in forma di miscuglio, materiali da costruzione a base di gesso, rifiuti misti dell’attività di costruzione e demolizione, scarti di ghiaia e pietrisco, polveri e rifiuti derivanti dalla lavorazione della pietra, miscele bituminose, terre e rocce; il tutto in osservanza dell’apposito piano tariffario, parte integrante del protocollo, per consentire alle imprese cittadine di poter fruire del servizio senza eccessivo aggravio economico.
    “Continua a produrre risultati concreti il positivo dialogo instauratosi tra questa Amministrazione comunale e le risorse produttive della Città – ha dichiarato l’assessore allo Sviluppo Economico Gianni Tringali – Lo schema di convenzione approvato consentirà il corretto smaltimento dei materiali inerti che, una volta condotti presso il centro di raccolta, verranno dapprima selezionati e poi frantumati, per essere successivamente immessi sul mercato come materie prime seconde; si eviterà, così, il formarsi di discariche abusive di tali materiali sul territorio e si consentirà un notevole risparmio alle imprese edili”.
    “La rinnovata attenzione verso le problematiche ambientali e la salvaguardia del territorio ci hanno guidato verso la creazione di un protocollo d’intesa fra il Comune, la CNA e la ‘Edil Scavi’ – ha confermato il sindaco Rustico – che costituirà a breve lo strumento più idoneo a regolare la materia dello smaltimento dei rifiuti inerti e, ancor più importante, a debellare definitivamente il deprecabile fenomeno delle discariche abusive sul territorio. Riteniamo che la convenzione ed il tariffario agevolato, appositamente formulato per le imprese edili cittadine, costituiscano un importantissimo incentivo al corretto conferimento dei rifiuti inerti, che potrà avvenire ad una distanza limitata ed a condizioni vantaggiose, preservando la salubrità dell’ambiente”.

           

    0